Tag

, , ,

Nuda.
è una di quelle sensazioni che a volte aspetti di provare, altre invece preferiresti nasconderti e scavarti una fossa.

Lo sanno, loro sì che lo sanno.
Sanno quanto per me sia naturale vagare nuda, intendo nuda senza abiti. Ma no, non amo affatto sentirmi nuda ed essere coperta fino al collo, non amo affatto essere nuda, trasparente, qualcosa di visibile.

Oggi ho paura ma non scappo, giustifico dicendo che corro un po’.
Incontro aironi impauriti, come me. Incontro marionette per strada che provano a strapparmi la pelle con i denti, con le unghie…Corro e la paura pian piano si fa forza.

Mi sento coperta d’abiti ed invalicabile, mi sento protetta da un muro. Ora.

Il tempo ce l’ho in mano; mi sento aria.
Sono tutto ciò che la gente vede, sono tutto ciò che la gente vuole. Sorrido se mi dicono di sorridere, annuisco se mi dicono di annuire, parlo se mi dicono di parlare, ma no, non piango. Ho smesso!

Io ho amato come lui, ho amato con certezza ma forse fingo che non sia così…ed allora dipingo dei puntini fingendo siano stelle.
Se lui si nutre dei vostri vizi io li vomito. Vomito il vostro marcio.
Quasiasi cosa io sia, voi non mi vedete. Non ancora. Ma ci sono, sono dentro di voi, oltre che in una stanza d’albergo, oltre che in un letto tra grigie e sfatte lenzuola.
Io ci sono.

Immagine

Ph Gabriele Rigon

Advertisements